CasaLeali,
Via Valle 1, Puegnago del Garda, Brescia
Tel: 366 529 6042

 

Prima erano accanto ad una rotonda e si chiamava PJei. Un locale piccolo, stretto e lungo. Ma che ha avuto tanto successo che si sono spostati in una location più consona al loro talento ed al successo che stanno riscuotendo e gli hanno dato un nuovo nome, CasaLeali. Loro sono Andrea e Marco Leali, giovanissimi (se non ricordo male Andrea, lo chef, ha 22 anni e Marco, suo fratello grande conoscitore di vini e ottimo padrone di casa, 26) proprietari di questa chicca nascosta nelle colline dietro il lago di Garda.

La nuova location consente tavoli adeguatamente distanziati tra loro e un’atmosfera consona a serate eleganti e romantiche.

Il menù è molto interessante e vario e dà una possibilità che ho molto apprezzato: comporre un menù degustazione composto da un numero definito di piatti (4, 5 o 7) scelti a piacere tra l’intera lista, da servire per l’intero tavolo. In questo modo ognuno può costruirsi un percorso ogni volta diverso, una soluzione che mi è piaciuta veramente molto. Noi abbiamo scelto quello intermedio, da 5 portate, che ci ha consentito una buona varietà di assaggi senza appesantirci troppo (sono mezze porzioni, per cui è fattibile anche per donne senza appetiti particolari).

Per accompagnare la cena abbiamo scelto un Franciacorta Saten di Enrico Gatti che è risultato molto elegante e mi ha soddisfatto appieno, proprio una bella scelta.

Casa Leali - Saten di Enrico Gatti

Casa Leali – Saten di Enrico Gatti

La cena è iniziata con un amuse bouche composto da un miniCroissant farcito con marmellata di 7 cipolle, un cannolo fritto farcito da una crema di parmigiano 36 mesi e una di olive taggiasche e da un cappuccino di tobinambur con polvere di liquirizia. Tre assaggi molto gustosi ed interessanti, con sapori definiti, un buonissimo inizio.

CasaLeali- Amuse bouche

CasaLeali – Amuse bouche

È poi iniziato il nostro menù. Il primo piatto scelto era tra gli antipasti e la scelta è caduta su di gelato di pomodori datteri, fatto con panna fresca, con pezzettini di bufala e basilico dell’orto. Piatto ovviamente molto fresco di consistenze interessanti con il gelato che dà una piacevole cremosità al pomodoro, arrotondandone gli spigoli e abbracciando la mozzarella di bufala. Unica nota negativa di questo piatto è che la quantità di gelato servito era quasi eccessiva, portando verso la fine una leggera noia (l’ho comunque finito tutto :-)).

CasaLeali - Gelato di pomodoro e mozzarella

CasaLeali – Gelato di pomodoro e mozzarella

Il nostro percorso è poi passato per un primo, e la scelta è caduta sui raviolo di grano saraceno con amido di patata agata, tartufo, acqua di mozzarella campana e mousse di prezzemolo. Un piatto ottimo, molto equilibrato e delicato nei suoi sapori. Purtroppo questi, invece, sono finiti subito!!

CasaLeali - Ravioli con tartufo

CasaLeali – Ravioli con tartufo

Abbiamo poi virato verso un secondo di terra, un maialino (da latte, di peso non superiore a 5kg) cotto per 36 ore e poi scottato sulla cotenna per renderla croccante, adagiato su crema di cavolfiore e con composta di prugne. Secondo me il piatto migliore della serata. Il maialino si scioglieva in bocca ed il contrasto con la sua cotenna croccante era deliziosa, la crema di cavolfiori così delicata da apparire eterea, le prugne donavano un equilibrio al tutto. Ecco, ne avrei voluto uno intero, di maialino!!

CasaLeali - Maialino su crema di cavolfiore

CasaLeali – Maialino su crema di cavolfiore

Gli ultimi due piatti scelti erano secondi di pesce. Il primo è chiamato Mare: una composizione di un arancino di sola seppia su crema di riso e una spruzzata di alga nori, cozze al pomodoro e gamberi di Mazara scottati e profumati al limone. Io non sono un grandissimo fan delle composizioni, preferendo piatti con focus precisi, e quindi il giudizio  lo darò sui singoli componenti. Ottime le cozze al pomodoro, molte saporite. Straordinario il gambero a cui il profumo di limone dona una profondità di gusto veramente interessante. Unica nota che non mi ha entusiasmato sono stati gli arancini di seppie perché li ho trovati un po’ piatti, con poca personalità. Complessivamente un buon piatto, che Andrea, lo chef, mi ha detto essere molto apprezzato da tutti gli ospiti del ristorante.

CasaLeali - Mare

CasaLeali – Mare

Per concludere il nostro percorso abbiamo scelto le capesante, che sono uno dei miei molluschi preferiti, uno di quelli che quando sono nel menù difficilmente lascio passare. Queste erano capesante selvagge dell’Adriatico scottate su entrambi i lati, con salsa bernese con tuorlo d’uovo e dragoncello e polvere del suo corallo disidratata. Ottime, mi sono proprio piaciute!

CasaLeali - Capasanta

CasaLeali – Capasanta

Il percorso si avvia verso la conclusione con il predessert, un freschissimo sorbetto di cetriolo su zuppa di fragole e gocce di limone.

CasaLeali - Sorbetto di cetriolo

CasaLeali – Sorbetto di cetriolo

Per chiudere l’esperienza abbiamo optato per Pistacchio, pistacchio pistacchio: il frutto era proposto sotto forma di cremoso, di cookie morbido e granella dolce. Un trionfo per chi, come me, si è ultimamente appassionato al gusto poliedrico di questo frutto straordinario. Un dolce non troppo dolce, mi sarebbe piaciuto solo il cremoso un po’ più cremoso e meno compatto. Ottimo comunque!

CasaLeali - Pistacchio, pistacchio, pistacchio

CasaLeali – Pistacchio, pistacchio, pistacchio

Il caffè e la piccola pasticceria ci hanno congedato da questa esperienza veramente notevole.

CasaLeali - Caffè e piccola pasticceria

CasaLeali – Caffè e piccola pasticceria

Per concludere, un’esperienza veramente interessante in un ristorante che mi stupirebbe se non raggiungesse in poco tempo la stella Michelin. Alcune piccole sbavature (ma cosa possiamo chiedere di più di così ad uno chef di soli 22 anni) non inficiano l’impressione molto molto favorevole che ho avuto mangiando in questa perla a due passi dal Lago di Garda, con la voglia di tornarci ancora per assaggiare anche altri piatti del menù che risultavano veramente invitanti. Complimenti quindi sia ad Andrea sia a Marco che si destreggia in sala come un veterano, aggiungendo profondità all’esperienza con descrizioni e consigli mai banali e non pedanti. Un’ottima atmosfera per un’ottima cena, non mancatelo!

CasaLeali,
Via Valle 1, Puegnago del Garda, Brescia
Tel: 366 529 6042